Servizi Segreti Intelligence

Agenti segreti,notizie sul mondo dell'informazione,dell'intelligence,dello spionaggio,della politica internazionale e sicurezza nazionale.

Le cinque tipologie di hacker secondo Websense

Lunedì, 16 maggio 2011
La figura dell’hacker è cambiata nel corso degli anni e oggi è sinonimo di ‘cattivi ragazzi’ che compiono crimini informatici.

Tuttavia esistono diversi tipi di hacker e conoscere le loro motivazioni e obiettivi può rappresentare un vantaggio per pianificare al meglio la propria difesa contro di essi. Secondo Websense in particolare gli hacker possono essere classificati in cinque diverse categorie.

Script kiddies, Hacktivist, eMugger, Heavyweight Ninja, Cyber Soldiers

1. Script kiddies

Questo gruppo cerca l’azione. Solitamente sono ragazzi molto giovani, che accedono ai computer utilizzando programmi scritti da altri. Non sono criminali incalliti e il loro obiettivo non è arricchirsi ma vantarsi delle proprie capacità. Devono, infatti, dimostrare di avere le competenze o vivere l’emozione di fare qualcosa di cattivo.

Nel 2009, un hacker diciottenne ha infettato i profili Twitter di persone importanti, come quello di Barack Obama e Britney Spears. Grazie a un sistema automatizzato per ottenere le password, è entrato nel panello di controllo Twitter come membro dello staff, ottenendo così l’accesso a tutti gli account Twitter e cancellando le password. Non avendo utilizzato un proxy per nascondere il suo indirizzo IP ed essendo così potenzialmente rintracciabile, ha condiviso le informazioni con numerosi hacker che in questo modo potevano attaccare a loro volta gli account.

Continua a leggere "Le cinque tipologie di hacker secondo Websense"

1893 hits


Attacchi informatici/ Symatec, cybercriminali sempre più attivi nel 2010. E l'Italia è sempre più "pericolosa"

Giovedì, 7 aprile 2011 • Categoria: Sorveglianza informatica


Aumentano gli attacchi informatici contro aziende e istituzioni pubbliche in tutto il mondo, ma anche a danno di singoli utenti, fra phishing e furti di identità: sono oltre 286 milioni le nuove minacce rilevate lo scorso anno, come emerge dai risultati del nuovo Internet Security Threat Report presentato da Symantec.
Dallo studio risulta infatti una crescita sia nella frequenza che nel grado di complessità delle minacce rivolte alle aziende, una continua espansione dei social network sfruttati come piattaforme per lanciare attacchi e un cambiamento della strategia dei criminali informatici, sempre più interessati alle vulnerabilità in Java per compromettere i sistemi dei pc e, soprattutto, attratti dai dispositivi mobile.

Gli attacchi mirati come Hydraq e Stuxnet hanno rappresentato una minaccia importante per le aziende nel 2010: per accrescere le probabilità di successo, molti di questi attacchi hanno sfruttato le vulnerabilità zero-day per introdursi nei sistemi informatici. Ad esempio, Stuxnet da solo ha sfruttato 4 diverse vulnerabilità zero-day per colpire i suoi obiettivi.
Nel 2010 i criminali informatici hanno lanciato attacchi mirati contro diverse società quotate e multinazionali, agenzie governative e un numero sorprendente di aziende più piccole.In molti casi hanno individuato le vittime chiave all’interno di ogni azienda e hanno poi utilizzato attacchi social engineering personalizzati per accedere ai network delle vittime. Data la loro natura, molti di questi attacchi hanno avuto successo anche in presenza di misure di sicurezza aziendali.

Oltre agli attacchi mirati high-profile per sottrarre la proprietà intellettuale o provocare danni materiali, molti altri hanno colpito gli utenti per le loro informazioni personali. Ad esempio, lo studio ha rilevato che le violazioni dei dati provocate dagli hacker hanno originato in media oltre 260mila identità esposte per violazione nel 2010.

Social Network: terreno fertile per i cyber criminali
Una delle principali tecniche di attacco utilizzate sui siti di social network...

Recuperare SMS cancellati



Continua a leggere "Attacchi informatici/ Symatec, cybercriminali sempre più attivi nel 2010. E l'Italia è sempre più "pericolosa""

2739 hits


Il virus indossa la tuta

Martedì, 27 luglio 2010 • Categoria: Spionaggio

Non solo i PC in ufficio possono essere colpiti da attacchi informatici. Le nuove frontiere dello spionaggio industriale. Gli hackers non se la prendono più solo con i personal computer presenti negli uffici, ma hanno iniziato a sfruttare le falle del sistema operativo per cercare di carpire dati sensibili dai PCL industriali, o sabotare la produzione, come dimostra la recente scoperta di un trojan programmato per infettare i software di tipo SCADA (Supervisory Control and Data Acquisition) quali Simatic WinCC e PCS 7.  L'attacco, per fortuna, è stato scoperto in tempo, i casi rilevati sporadici (solo due al momento) e Siemens è subito corsa ai ripari avvisando i clienti e attivando una specifica task force per valutare il problema e predisporre le necessarie contromisure.

Continua a leggere "Il virus indossa la tuta"

1607 hits


Sicurezza: intesa Polizia-ANSA contro attacchi informatici

Domenica, 11 luglio 2010 • Categoria: Internet Sicurezza

L'ANSA entra a far parte delle strutture considerate critiche per la sicurezza del Paese in caso di attacchi di cybercrime: la sua rete informatica e', infatti, giudicata indispensabile per contribuire alla gestione di crisi. Per questo tra il Ministero dell'Interno-Dipartimento di Pubblica Sicurezza e l'ANSA, Agenzia nazionale stampa associata, e' stata siglata una convenzione per prevenire e contrastare attacchi alle infrastrutture informatiche strategiche per le comunicazioni e la sicurezza del Paese e la gestione di situazioni di crisi.

Continua a leggere "Sicurezza: intesa Polizia-ANSA contro attacchi informatici"

1115 hits