Servizi Segreti Intelligence

Agenti segreti,notizie sul mondo dell'informazione,dell'intelligence,dello spionaggio,della politica internazionale e sicurezza nazionale.

Putin incontra le spie russe rimpatriate dagli Usa

Domenica, 25 luglio 2010 • Categoria: Servizi Segreti

Con le dieci spie russe rimpatriate dagli Stati Uniti - tra cui la ormai celebre Anna la Rossa - il premier Vladimir Putin ha "parlato della vita" e cantato canzoni patriottiche. Lo ha rivelato lo stesso Putin confermando quanto già dichiarato ieri in Ucraina dove era in visita, a proposito di un incontro da lui avuto con gli agenti russi. Putin ha raccontato che "accompagnati da una musica vivace abbiamo cantato 'Da cosa comincia la Patria?'", un canto patriottico delle anni Sessanta interpretato per la prima volta in un film popolare del regista Vladimir Bassov sul destino di una spia sovietica nella Germania nazista.

Continua a leggere "Putin incontra le spie russe rimpatriate dagli Usa"

1719 hits


Spia russa a Redmond, Windows nelle mani di Putin

Giovedì, 15 luglio 2010 • Categoria: Sorveglianza informatica
Scoperta una presunta spia russa in Microsoft. Fortunatamente non ha rubato informazioni al colosso del software. Paradossalmente in questi giorni la casa di Redmond ha firmato un accordo che consegna il codice sorgente di Windows e altri programmi ai servizi segreti russi.

Una spia russa in Microsoft. Chi di voi ha recentemente seguito i telegiornali, ha sicuramente sentito parlare dell'arresto di diverse spie russe sul suolo statunitense da parte dell'FBI. Questo fatto di cronaca, alquanto bizzarro, ci ha regalato anche una nota di colore in ambito tecnologico. La dodicesima delle spie finora rintracciate, tal Alexey Karetnikov (23 anni), ha lavorato per nove mesi a Redmond, alla corte del colosso mondiale del software.

Continua a leggere "Spia russa a Redmond, Windows nelle mani di Putin"

1203 hits


Spie, l'onore ferito di Mosca

Martedì, 13 luglio 2010 • Categoria: Spionaggio

Lo scandalo delle spie che ha tenuto col fiato sospeso il mondo nelle ultime due settimane si è concluso con il più grande scambio di agenti dalla fine della Guerra Fredda. La soluzione è stata concordata in tempi record, un chiaro segno del miglioramento delle relazioni tra Russia e America. Washington ha buone ragioni per ritenersi soddisfatta. Gli americani sono riusciti a smascherare una rete di agenti russi sotto copertura, evitando un lungo processo nel quale sarebbero stati costretti a portare prove fragili, e assicurando in cambio il rilascio di quattro russi accusati di aver spiato per l’America e rinchiusi in carcere con condanne pesanti.

Continua a leggere "Spie, l'onore ferito di Mosca"

1393 hits