Servizi Segreti Intelligence

Agenti segreti,notizie sul mondo dell'informazione,dell'intelligence,dello spionaggio,della politica internazionale e sicurezza nazionale.

La guerra segreta del Supersismi

Mercoledì, 22 dicembre 2010 • Categoria: Spionaggio

“Servizi segreti deviati”. L’espressione fa parte ormai del repertorio con cui Elio e le storie tese raccontano - con più intelligenza dei sociologi e dei politici, e con più ironia - l’Italia e i suoi luoghi comuni. Eppure, eccoci ancora qua. Eccoci ancora ai “servizi segreti deviati”. La parola magica, “deviazione”, la pronuncia il 9 luglio uno che se ne intende, Luciano Violante. Nel 1974 li ha incontrati sulla sua strada, i “servizi segreti deviati”, quando era magistrato e indagava sul golpe bianco di Edgardo Sogno e sui sogni neri di quella parte del Paese che, in nome della guerra contro il comunismo, aveva messo in conto di non curarsi troppo della legge, dei diritti dei cittadini e delle regole della democrazia.

Era la stagione delle stragi, dei colpi di Stato progettati e minacciati, dei depistaggi. Allora l’indagine gli fu strappata, come succedeva quasi sempre, e finì insabbiata. Oggi tira tutta un’altra aria. È caduto quel muro, là a Berlino, più forte perfino della maledizione che teneva lontana l’Italia dalla Coppa del mondo. E i servizi segreti italiani, cambiato il nome per l’ennesima volta, sono democratici e godono della fiducia di uomini di destra e di sinistra, perfino di estrema sinistra.

Continua a leggere "La guerra segreta del Supersismi"

2327 hits


Anche gli 007 del Sismi nell’operazione Finmeccanica

Lunedì, 19 luglio 2010 • Categoria: Servizi Segreti

Il Sismi, il servizio segreto militare, era informato dell’acquisizione da parte di Finmeccanica della società «Digint», poi ceduta all’organizzazione criminale che farebbe capo a Gennaro Mokbel. Un alto funzionario dell’intelligence avrebbe addirittura partecipato a una delle riunioni preparatorie e poi sarebbe diventato responsabile del settore sicurezza di Alenia in America. A rivelarlo è stato uno dei soci di «Ernst & Young», che gestì l’operazione finanziaria, adesso ritenuto testimone chiave nell’inchiesta che mira a dimostrare come l’affare servisse in realtà a costituire «fondi neri» all’estero. Dopo l’arresto di Lorenzo Cola, il consulente di Finmeccanica accusato di riciclaggio proprio perché avrebbe trasferito sui propri conti correnti i proventi pari a 8 milioni e 300 mila euro, il procuratore aggiunto di Roma Giancarlo Capaldo e i pubblici ministeri delegati alle indagini hanno interrogato numerosi manager dell’azienda specializzata nei sistemi di difesa—compreso il presidente Pierfrancersco Guarguaglini — e anche quelli che ebbero un ruolo esterno. I loro verbali mostrano le contraddizioni nella ricostruzione dei fatti, ma soprattutto rivelano l’esistenza di altre operazioni riconducibili a Cola per il trasferimento di denaro su depositi stranieri.

Continua a leggere "Anche gli 007 del Sismi nell’operazione Finmeccanica"

1989 hits


Due giornalisti inghiottiti dal segreto di Stato

Giovedì, 17 giugno 2010 • Categoria: Misteri inspiegabili

Scomparsi senza lasciare tracce, insomma volatilizzati e in preda all’oblio. I loro nomi non compaiono neppure nelle numerose statistiche dedicate agli operatori dell’informazione e della stampa caduti in ogni parte del mondo. A Beirut, però, il calendario per i familiari di due giornalisti italiani si è inceppato il 2 settembre 1980. I due valenti cronisti sono stati dimenticati anche dalla soporifera categoria e risultano sconosciuti a gran parte dell’opinione pubblica. Italo Toni e Graziella De Palo erano approdati in Libano – senza alcuna copertura editoriale – per indagare sui traffici di armi spediti dal belpaese, o meglio dai boiardi ben attanagliati al timone dello Stato tricolore.  A 30 anni di distanza i loro corpi non sono stati ancora ritrovati, mentre il governo Berlusconi pur sollecitato alla stregua dei precedenti, non rimuove il segreto di Stato, rimodulato maldestramente dalla legge 124 del 2007, che ancora comprende il segreto politico, o meglio fonde e confonde il segreto politico-militare. Aldo Toni (fratello di Italo) e Alvaro Rossi (cugino) non hanno più dubbi: «Loro conoscono la verità in ogni minimo dettaglio, ne siamo certi, altrimenti non ci opporrebbero come fanno dal 1984, il segreto di Stato».

Continua a leggere "Due giornalisti inghiottiti dal segreto di Stato"

5068 hits