Servizi Segreti Intelligence

Agenti segreti,notizie sul mondo dell'informazione,dell'intelligence,dello spionaggio,della politica internazionale e sicurezza nazionale.

Le guerre asimmetriche, gli ostaggi, le spie

Venerdì, 18 gennaio 2013 • Categoria: Zone di Guerra

Partita su più fronti. Qualcosa oltre quanto è stato raccontato, e le ragioni vere e i ruoli delle forze in campo in una forma di guerra brutalmente spietata. La cronaca è ormai dettagliata e precisa. La tragedia algerina è accaduta a circa 40 km da Ein Aminas, nel sud-est algerino, ai confini con la Libia. Un gruppo di oltre 50 jihadisti ha assaltato il sito di estrazione gasiera gestito dalla Sonatrach algerina in Joint venture con BP (britannica), Statoil (norvegese) e Jcg Corp (giapponese), uccidendo 2 persone, ferendone 6 e prendendo in ostaggio tutti i presenti: fra 200 e 400 persone. 

Continua a leggere "Le guerre asimmetriche, gli ostaggi, le spie"

1887 hits


Le "spie" installate per i ladri

Giovedì, 19 maggio 2011 • Categoria: Video Sorveglianza
L CASO. Il comandante della Polizia locale consortile, Matteo Maroni, spiega i motivi delle 4 microcamere al Comando
All'origine del provvedimento furti di materiale e atti vandalici nella centrale operativa

«Nessuna cimice installata in Comando e nessuna telecamera posizionata nei luoghi di lavoro ma solo in punti di transito e ingresso dove si sono registrati furti e danneggiamenti». Così Matteo Maroni, comandante della Polizia locale consortile, replica alle accuse delle organizzazioni sindacali dopo che alcuni agenti hanno rinvenuto, nei locali del Comando, quattro microcamere mimetizzate all'interno di quadri elettrici.
Che servissero a spiare qualcuno, a questo punto è evidente ma, secondo il comandante, vi sono motivazioni precise che nulla avrebbero a che fare con lo stato di agitazione in corso, e soprattutto non sarebbe stata violata alcuna norma: «Negli anni ci sono stati ammanchi di materiale e di vestiario tecnico che, ripetendosi, hanno danneggiato economicamente l'Ente e insinuato forte disagio in un ambiente deputato a far rispettare regole e prevenire illeciti».
Non solo: sarebbero spariti persino detersivi. Il culmine degli spiacevoli episodi si registrò a marzo 2008, quando svanirono vestiti lasciati in prova per le taglie ed una sedia venne scagliata a terra nella centrale operativa, con schegge sparse a terra. Gli stessi dipendenti avrebbero chiesto misure drastiche per far cessare una situazione «che gettava ombre sulla moralità e onestà di tutto il personale», come spiega Maroni, che passò all'azione: due denunce alla Procura contro ignoti e nel frattempo l'installazione di quattro microcamere in luoghi d'ingresso e transito dove gli autori dei furti sarebbero dovuti passare.

Continua a leggere " Le "spie" installate per i ladri"

2926 hits


Attenti al soft power israeliano

Domenica, 24 aprile 2011 • Categoria: Servizi Segreti

L’operazione ritrattazione di Goldstone. Il basso profilo e la spregiudicatezza di Israele nelle rivolte arabe. Depotenziare le campagne internazionali sulla questione palestinese. Fermare gli attivisti con ogni mezzo. Le Campagne BDS e Freedom Flotilla al centro del mirino.“L’articolo firmato da Goldstone rappresenta un grande successo per Israele” ha scritto l’editoriale del quotidiano israeliano Maariv. “La ritrattazione del giudice rende nulle e inefficaci tutte le decisioni su Israele prese dal Consiglio Onu per i Diritti Umani” ha commentato il ministro degli esteri israeliano Lieberman. “Oltre a scrivere il suo articolo, il giudice Goldstone dovrebbe assicurarsi che le conclusioni a cui è arrivato vengano recepite dagli organismi internazionali che sono stati influenzati dal suo rapporto infondato e distorto, solo così si avrebbe davvero una riparazione perlomeno parziale del danno causato” ha sottolineato il ministro della Difesa israeliano Barak.

Microspie

Continua a leggere "Attenti al soft power israeliano"

1530 hits


Traditi o traditori?

Venerdì, 1 aprile 2011 • Categoria: Servizi Segreti

Da braccio destro a mano accoltellatrice. Il destino di molti grandi numeri due, o figure chiave della storia militare del mondo, si nasconde dietro il termine ‘disertore’. Il cambio di bandiera, che l’ex ministro degli Esteri libico Mousa Kousa (leggi) ha riportato in auge, ha radici lontane e affonda nelle più diverse motivazioni.
C’è chi decide di abbandonare il proprio Paese perché è davvero convinto che la politica in atto sia sbagliata, che il comportamento del tiranno di turno stia diventando immorale; c’è ci lo fa perché passare con il nemico e passare informazioni sia l'unico lasciapassare per la propria  libertà; c’è chi prova a costruirci un business; c’è chi, infine, in preda a deliri ideologici, decide di passare con l’avversario pur di raggiungere ciò per cui ha lottato con altri alleati fino al giorno prima.
La storia offre esempi eccellenti per ognuno di questi modelli di ‘disertore’, che definire spia sarebbe riduttivo, a partire da Rudolf Hess fino ad arrivare all’iracheno al-Janabi passando per il russo Oleg Penkovsky (guarda la photogallery dei disertori).


Kit per la Videosorveglianza

Continua a leggere "Traditi o traditori?"

1174 hits


L'Iran: "Distrutta rete di spie del Mossad"

Domenica, 16 gennaio 2011 • Categoria: Spionaggio

L'Iran ha arrestato un «network di spie» legate al Mossad, il servizio di intelligence israeliano, che sarebbe coinvolto nell'uccisione di uno scienziato nucleare iraniano avvenuta un anno fa. Lo ha annunciato la televisione iraniana senza aggiungere molti particolari a quello che è stato definito un annuncio del ministero dell'interno di Teheran.


L'OMICIDIO DELLO SCIENZIATO - «La rete di spie e terroristi collegati al Mossad - ha detto lo speaker leggendo un comunicato ufficiale - è stato distrutto. Il network era implicato nell'assassinio di Masoud Ali-Mohammadi». Mohammadi, scienziato operante in ambito universitario, era stato ucciso da una bomba in un attentato avvenuto nella Capitale il 12 gennaio del 2010. Non sono state ancora diramate conferme o smentite da parte del governo di Gerusalemme.

Gps per pedinamenti

Continua a leggere "L'Iran: "Distrutta rete di spie del Mossad""

1204 hits


Wojtyla spiato, anche il cardinale Casaroli trovò una microspia in una statua

Giovedì, 30 dicembre 2010 • Categoria: Spionaggio

Giovanni Paolo II, a quanto ricordano all'Adnkronos autorevoli fonti vaticane, non fu il solo a essere spiato e controllato. Il cardinale Agostino Casaroli, segretario di Stato Vaticano dal 1979 al 1990, durante il pontificato di Wojtyla, sembra fosse intercettato dal Kgb per tutti gli anni ottanta. Casaroli, raccontano le stesse fonti, aveva nella sala da pranzo del suo appartamento una piccola statua della Madonna di Fatima. Una mattina, una suora in servizio nell'appartamento, urtò la statua che cadde a terra e rivelò la presenza di una microspia.Nel 1990 il Cesis, l'allora comitato di coordinamento tra i nostri servizi, avvisò con un appunto il presidente del Consiglio Andreotti dell'esistenza di un piano che prevedeva, tra l'altro, anche un'attività di 'ascolto' tramite microspie, collocate nell'abitazione del Segretario di Stato vaticano, da parte di una cittadina cecoslovacca, Irina Trollerova, sposata con un nipote dell'alto prelato. L'appunto del Cesis è riportato nella sentenza ordinanza del giudice Rosario Priore sull'attentato al Papa del maggio del 1981.

Continua a leggere "Wojtyla spiato, anche il cardinale Casaroli trovò una microspia in una statua"

1091 hits


La Bulgaria «purga» la sua diplomazia dagli ex agenti comunisti

Giovedì, 16 dicembre 2010 • Categoria: Servizi Segreti

Rischiano tutti il posto i diplomatici bulgari che avevano svolto in passato attività di spionaggio per i servizi segreti durante il comunismo, i cui nomi sono stati pubblicati ora su una lista di una Commissione incaricata di fare luce sul passato regime.
La pubblicazione della lista ha già scatenato aspre reazioni a Sofia, anche perchè emerge che un grandissimo numero di diplomatici siano stati in passato agenti della Darzhavna Sigurnost (Ds), la famigerata polizia segreta del dittatore Todor Zhivkov. Ieri a Sofia la Commissione incaricata di aprire ed esaminare gli archivi segreti dell'era comunista, sia della Ds, sia del servizio di spionaggio militare, ha pubblicato i nomi di ambasciatori e consoli generali della diplomazia bulgara che hanno svolto o stanno svolgendo missioni all'estero. Compito della Commissione è pubblicare i dossier di ex agenti o collaboratori dei servizi segreti che ricoprono oggi, o aspirano a ricoprire, incarichi importanti: politici, deputati, pubblici ufficiali, magistrati.

Continua a leggere "La Bulgaria «purga» la sua diplomazia dagli ex agenti comunisti"

1000 hits


La Rai apre l’ufficio «spie» per scoprire truffe e corruzione

Martedì, 7 dicembre 2010 • Categoria: Spionaggio

Chi l’ha letta ci ha capito poco, ma una cosa è certa: in Rai c’è un clima da caccia alle streghe. Tutto è iniziato dopo una lettera riservata ai dipendenti Rai datata 17 novembre, il cui contenuto è oggettivamente complesso: si parla di «modelli organizzativi» e «prevenzione dei reati», ma soprattutto della possibilità, anzi dell’obbligo di fare «soffiate» su colleghi beccati a fare qualcosa di losco al neonato Organismo di vigilanza Rai che assomiglia tanto a un Ufficio delazioni.

Di che stiamo parlando? Di una comunicazione arrivata ai dipendenti Rai nella quale si parla della cosiddetta legge 231 del 2001. Una norma nata per estendere alle persone giuridiche (come una società) la responsabilità penale di un reato commesso da una persona fisica e dunque accusare anche l’azienda di non aver vigilato su un suo dirigente o dipendente. Per evitare di finire sotto processo le società devono darsi dei cosiddetti «modelli organizzativi» che impediscano sul nascere (in teoria) la possibilità per un dipendente o dirigente di commettere un reato. Parliamo di truffa ai danni dello Stato o di un ente pubblico come la Rai, false comunicazioni sociali, aggiotaggio, frodi informatiche, corruzione, concussione e in generale di tutti i reati contro la persona.

Continua a leggere "La Rai apre l’ufficio «spie» per scoprire truffe e corruzione"

903 hits


La Spia italiana nello spazio

Lunedì, 8 novembre 2010 • Categoria: Spionaggio

Vandenberg, CaliforniaLa sicurezza del nostro Paese e le nostre capacità di combattere il terrorismo da ieri sono più forti. Perché, in orbita nello spazio, a 600 chilometri di quota, c’è una nuova sentinella. Il satellite spia italiano Cosmo-SkyMed-4, il cui lancio, dopo una serie di rinvii per ragioni tecniche connesse al lanciatore Boeing Delta II e per attendere il momento migliore e le condizioni metereologiche ottimali, è avvenuto alle 3 e 20 di sabato mattina, le 19 e 20 ora locale.
Con questo satellite è stata completata la costellazione di satelliti duali militari/civili Cosmo, una realizzazione di assoluta avanguardia, con ben pochi equivalenti a livello mondiale.

Il Ministro dell’Istruzione e della Ricerca scientifica, Mariastella Gelmini, ha definito il lancio «un traguardo storico raggiunto dalla ricerca e dall’industria aerospaziale nazionale». Il sottosegretario alla Difesa Guido Crosetto spiega che grazie a questi satelliti oggi l’Italia non è più sicura, ma conta di più quando si discute con partner, alleati, «clienti», si tratti di cooperazione militare o di promuovere altri prodotti aerospaziali Made in Italy.

Continua a leggere "La Spia italiana nello spazio"

936 hits


“Il programma nucleare dell'Iran è stato violato da spie occidentali”

Venerdì, 15 ottobre 2010 • Categoria: Servizi Segreti
Dopo sospetti, accuse e dinieghi, il capo della Organizzazione dell’energia atomica dell’Iran (Aeoi), Ali Akbar Salehi, ha ammesso pubblicamente che il virus Stuxnet ha realmente infettato i computer delle basi nucleari della Repubblica islamica. Nel rapporto pubblicato domenica sera e firmato da Salehi - già rappresentante iraniano all’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea) - si afferma che i tecnici stanno lavorando incessantemente per rendere più efficaci i sistemi di sicurezza, tanto da rendere “quasi impossibile” la fuoriuscita di nuovi dati e informazioni.

Continua a leggere "“Il programma nucleare dell'Iran è stato violato da spie occidentali”"

982 hits


Spie e telefoni, a prima udienza processo rinviato a 13 ottobre

Venerdì, 1 ottobre 2010 • Categoria: Intercettazioni

Fonte: it.reuters.com - Nella prima udienza del processo sui dossier illegali raccolti da ex manager Telecom, in cui sono imputati l'ex-investigatore privato Emanuele Cipriani e altri, i giudici della Corte d'Assise di Milano hanno rinviato il procedimento al prossimo 13 ottobre. Inoltre le prossime udienze si svolgeranno nell'aula bunker di via Ucelli di Nemi a Milano e non a Palazzo di giustizia dove, a parere dei giudici, non c'è un'aula sufficientemente vasta per accogliere i molti avvocati delle parti civili. Le ipotesi di reato contestate a vario titolo agli imputati sono di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione di pubblici ufficiali, rivelazione di segreto d'ufficio, falso, accesso abusivo a sistemi informatici, favoreggiamento e riciclaggio.

Continua a leggere "Spie e telefoni, a prima udienza processo rinviato a 13 ottobre"

1168 hits


Le regole dello spionaggio internazionale

Venerdì, 17 settembre 2010 • Categoria: Spionaggio

La Convenzione dell'Aia definisce le condizioni che devono verificarsi perché un dato individuo possa essere riconosciuto come spia e stabilisce che esso, anche se colto in flagrante, non può essere condannato senza regolare processo. La gran parte dello spionaggio tra Stati condotto sul campo è affidato a funzionari distaccati in un'ambasciata e nominalmente inseriti nell'organigramma dell'ambasciata stessa nei ruoli più diversi. In questo modo essi possono beneficiare dello status diplomatico se, nel corso dello svolgimento di attività illegali, dovessero essere colti in flagrante. Di questi, alcuni sono agenti dichiarati, cioè non fanno nulla per nascondere il loro vero compito. Gli agenti del contro-spionaggio avversari lo sanno bene e lo accettano sebbene tutti fingano di ignorarlo fino a che non si commette un passo falso. In ogni caso qualcuno degli agenti operanti in territorio ostile cercherà di celare la sua reale identità fingendo di occuparsi di altro (rappresentante del commercio, della cultura, addetto stampa...), in questo modo, finché non sono individuati, possono avere maggiore libertà di movimento per contattare informatori o altro rinunciando, però, alla protezione offerta dal passaporto diplomatico.

Continua a leggere "Le regole dello spionaggio internazionale"

2049 hits


L' asse speciale con le «spie» dei servizi segreti

Mercoledì, 15 settembre 2010 • Categoria: Servizi Segreti

Una volta Cossiga ha dichiarato: «Come a qualcuno piacciono i fiori, a me piacciono le spie». Spie non nel senso volgare, di delatori, ma spie come agenti dell' arcana imperii, dei segreti del potere, o meglio ancora - spiega Pasquale Chessa, suo confidente ed amico oltre che autore di alcuni libri con l' ex Presidente - «del segreto di Stato». Sì, certamente c' era in lui anche l' aspetto ludico e romanzesco per i servizi segreti, l' amore per l' aneddotica, per la tecnologia (dai telefonini alle email criptate), ma ricorda Chessa, per Cossiga i servizi segreti erano una vera e propria «funzione dello Stato, una funzione della politica, non in quanto scaturigine di ricatti e di dossier (o almeno non solo questo), ma in quanto il monopolio della notizia segreta deve essere dello Stato». Eppure Cossiga, almeno ad un certo punto della sua carriera, quando divenne «il Picconatore», cominciò a divulgare segreti a raffica. Non è una contraddizione? «No», ricorda Chessa che una volta gli fece notare che parlava troppo, anche per essere un sardo. «Lui mi rispose: vedi, i sardi si dividono in due grandi categorie: i sardo-muti e i falso loquaci. Io sono del secondo tipo: i falso loquaci parlano tanto ma dicono solo quello che vogliono. Parlava di quei segreti che ormai potevano essere "derubricati"», perché non servivano più. Era un teorico della deperibilità del segreto di Stato».

Continua a leggere "L' asse speciale con le «spie» dei servizi segreti"

1608 hits


Servizi segreti e Vaticano

Lunedì, 6 settembre 2010 • Categoria: Letteratura Spy

Lo storico David Alvarez, dopo anni di estese ricerche negli archivi della santa sede e dell'intelligence inglese, francese, italiana, spagnola e americana, ha dato alle stampe I servizi segreti del Vaticano. Spionaggio, complotti, intrighi da Napoleone ai nostri giorni (Newton Compton, 2008). Il poderoso volume è in realtà un trattato di storia su duecento anni di attività diplomatiche delle cancellerie europee: fatti sconosciuti non solo al grande pubblico ma anche agli addetti ai lavori. Considerata la complessità delle storie e degli incartamenti citati, oltre che il lungo periodo preso in esame, è assai difficile tentarne una sintesi. Ne consigliamo comunque la lettura perché, specie in ottica demodoxalogica, i fatti esaminati effemerocriticamente nel riscontro degli incastri delle vicende citate dall'autore permettono valutazioni diverse, a posteriori, su quanto sinora conosciuto o volutamente occultato.

Continua a leggere "Servizi segreti e Vaticano"

4270 hits


Spie, complotti e accuse contro Julian Assange, l'uomo dei segreti

Sabato, 4 settembre 2010 • Categoria: Spionaggio

Un mandato d’arresto, clamorosamente annunciato e poi misteriosamente ritirato poche ore dopo. Una incriminazione per stupro, e un’altra per molestie, ai danni di due donne. Cancellate, anche queste, per insufficienza di prove. E’ partito ieri da una procura svedese l’attacco al carismatico fondatore e direttore di Wikileaks, Julian Assange, l’hacker giramondo che ha fatto della rivelazione dei segreti di Stato la sua battaglia personale, culminata, poche settimane fa, con la pubblicazione di oltre novantamila documenti del Pentagono sulla guerra in Afghanistan. Un attacco seguito a stretto giro di posta da un articolo del Wall Street Journal, che svela come il Dipartimento della Difesa americano stia cercando di incriminare Assange - cittadino australiano e quindi non soggetto alla legge Usa - o quanto meno di arginare con ogni mezzo la ”falla” che sta mettendo in serio imbarazzo, se non in pericolo di vita, i suoi agenti sul campo.

Continua a leggere "Spie, complotti e accuse contro Julian Assange, l'uomo dei segreti"

1044 hits