Servizi Segreti Intelligence

Agenti segreti,notizie sul mondo dell'informazione,dell'intelligence,dello spionaggio,della politica internazionale e sicurezza nazionale.

Patto D'Alema-De Gennaro per far fuori 550 agenti segreti

Giovedì, 3 febbraio 2011 • Categoria: Servizi Segreti

La data non è ancora stata fissata. Ma probabilmente - scrive Fosca Bincher su LIBERO - entro il prossimo mese di marzo la prima sezione del Tar del Lazio dovrà decidere nel merito della più incredibile causa sindacale che sia mai stata avviata. Da una parte 250 dirigenti e agenti dei servizi segreti italiani, difesi dal professore Francesco Castiello. Dall'altra parte il direttore del Dis, Gianni De Gennaro rappresentato dalla presidenza del Consiglio dei ministri. In mezzo a loro un dpcm segreto, pubblicato solo per incomprensibile sintesi in Gazzetta ufficiale.

Non è noto chi l'abbia firmato, ma è ben noto dentro i Dis, l'Aisi e l'Aise (i tre
servizi segreti nati dalla riforma del 2007) quale ne sia il contenuto e chi i reali proponenti. Il decreto è stato concepito dallo stesso De Gennaro, che ne ha portato la prima bozza al presidente del Copasir, Massimo D'Alema per averne l'imprimatur. Contiene quello che per quasi tutti i dipendenti dei servizi è stato letto come uno "spoil system" e che formalmente è un atto di prepensionamento che riguarda da luglio prossimo in poche finestre ben 550 dipendenti dei servizi, alcuni anche con funzioni apicali.

Registratori Audio Digitali

Continua a leggere "Patto D'Alema-De Gennaro per far fuori 550 agenti segreti"

1862 hits


Fini e D’Alema all’assalto dei servizi segreti

Venerdì, 28 gennaio 2011 • Categoria: Servizi Segreti

Il 14 dicembre, giorno della mancata sfiducia a Berlusconi, il deputato Carmelo Briguglio, finiano «falco», fece un gesto di apparente responsabilità, un passo indietro: «Mi dimetto dal Copasir - annunciò - perché da oggi Fli è passata all’opposizione». Il Copasir è il comitato di controllo sui servizi segreti, a struttura bicamerale, presieduto in questa legislatura da Massimo D’Alema. Composto da dieci tra senatori e deputati, risponde a una rigida regola delle proporzioni: cinque membri alla maggioranza, cinque all’opposizione.

Con il passaggio di Fli alle minoranze, i rapporti interni si erano quindi ribaltati in 4 (maggioranza) a 6 (opposizioni). Si era creata un’illegalità parlamentare con risvolti politici significativi dal momento che da palazzo San Macuto passano molte questioni che riguardano il premier. Quel passo indietro rimetteva insomma le cose a posto. Ma 43 giorni dopo, sorpresa, Briguglio non si dimette più. Ritira la promessa e l’atto formale.

Il deputato che sarebbe dovuto subentrargli, Pietro Laffranco, del Pdl, rimane al palo. Gianfranco Fini non batte ciglio. Il Copasir diventa una commissione fuori legge. E a palazzo San Macuto accade una cosa mai successa nella storia della bicamerale: il Copasir è al momento congelato. L’audizione del sottosegretario alla presidenza del consiglio Gianni Letta, prevista per ieri, è stata annullata.

Bonifica ambientale e telefonica

Continua a leggere "Fini e D’Alema all’assalto dei servizi segreti"

1568 hits


Copasir, D'Alema attacca: «Il premier deve riferire»

Sabato, 1 gennaio 2011 • Categoria: Servizi Segreti

Va avanti da mesi la sfida D'Alema-Berlusconi sui servizi segreti. Ma ieri il presidente del Copasir ha rilanciato, annunciando una possibile mozione, o una risoluzione, di censura contro il premier in Parlamento nel caso in cui dovesse continuare a snobbare la commissione rifiutando la convocazione per essere ascoltato. Rabbiosa la reazione del Pdl che agita lo spettro, come rappresaglia, di una mozione contro D'Alema per farlo dimettere dalla presidenza Comitato di controllo sui servizi segreti, organismo al momento mancante di due dei dieci componenti (si sono dimessi Briguglio di Fli e Caforio dell'Idv). Il presidente del Copasir chiede da tempo che il premier venga a San Macuto per rispondere di questioni che sono, in tema di servizi segreti, «di esclusiva pertinenza del presidente del Consiglio» e dopo quattro inviti formali, «deliberati all'unanimità», rincara la dose con una intervista a l'Unita: « Se Berlusconi dovesse rifiutarsi ancora di rispondere alla convocazione del Copasir, solleverò il problema nell'aula parlamentare attraverso un mozione o una risoluzione. Un comportamento del genere, in un Paese normale, susciterebbe delle reazioni. Non venire è un atteggiamento che rivela una concezione inaccettabile, sprezzante del rapporto tra governo e Parlamento». Sul tavolo, oltre alla sicurezza del premier, tema su cui ha risposto ai primi di dicembre il sottosegretario Gianni Letta, ci sono altre questioni delicate. A Berlusconi, il Copasir intende infatti chiedere delle volte che ha opposto il segreto di Stato, dal caso Telecom ai dossier di Pio Pompa.

Software Spiare PC

Continua a leggere "Copasir, D'Alema attacca: «Il premier deve riferire»"

1156 hits


Nascosti dagli 007 108 archivi segreti «Ma il Copasir ormai fa politica»

Giovedì, 2 dicembre 2010 • Categoria: Servizi Segreti

Ci sono 108 «misteri», archivi inaccessibili, ancora presenti nelle sedi dei servizi segreti italiani. Il conteggio è stato fatto dal Copasir, il comitato di controllo sull’intelligence a composizione bicamerale e presieduto da Massimo D’Alema. All’ordine del giorno del Copasir c’è in questi giorni la richiesta di audizione di Silvio Berlusconi da parte delle opposizioni per il caso Ruby e per il ciclone Wikileaks, e la polemica portata avanti dal Pdl sul fatto che la commissione fino al 14 dicembre (giorno del voto di fiducia) non dovrebbe riunirsi, in quanto «illegale», come sostengono Fabrizio Cicchitto e Gaetano Quagliariello: è saltato «l’equilibrio tra maggioranza e opposizione, spiega il vicepresidente dei senatori del Pdl, con il cambio di casacca di Fli. Il Copasir di fatto sta diventando «uno strumento dell’ipposizione contro il governo», polemizza Cicchitto. «Valuterò», è stata la risposta provvisoria di D’Alema.

Continua a leggere "Nascosti dagli 007 108 archivi segreti «Ma il Copasir ormai fa politica»"

1475 hits


Bocchino pedinato dai Servizi Segreti

Martedì, 12 ottobre 2010 • Categoria: Servizi Segreti

Rivelazione del segreto d'ufficio. È questo il reato ipotizzato dalla Procura di Roma, rispetto alla fuga di notizie relative ad un presunto pedinamento di Italo Bocchino da parte dei servizi, parlamentare di Fli. L'indagine, contro ignoti, è stata aperta dopo un esposto presentato dal presidente del Copasir, Massimo D'Alema, come riferito dai componenti del Pdl del Copasir Gaetano Quagliariello e Fabrizio Cicchitto. A disposizione degli inquirenti, al momento, c'è un servizio del quotidiano La Repubblica in cui viene riportata la notizia a cui ha fatto riferimento D'Alema.

Continua a leggere "Bocchino pedinato dai Servizi Segreti"

960 hits