Servizi Segreti Intelligence

Agenti segreti,notizie sul mondo dell'informazione,dell'intelligence,dello spionaggio,della politica internazionale e sicurezza nazionale.

Utenti iPhone e Android spiati: Apple e Google nella bufera

Mercoledì, 27 aprile 2011 • Categoria: Privacy
di Nicola Bruno


Negli Stati Uniti sono già partite una class action, un’interrogazione al Congresso e un invito per Apple e Google a comparire davanti ad un procuratore generale. In Italia, Francia, Germania e Corea del Sud sono invece state le Autorità per la Privacy e la Comunicazione le prime a mobilitarsi.

A meno di una settimana dalla scoperta che i dispositivi Apple (iPhone, iPad e iPod 3G) e Android raccolgono informazioni dettagliate su tutti gli spostamenti del proprietario, si infiamma il dibattito sulla privacy degli smartphone e tablet di nuova generazione. Dalla polemica sul “file nascosto” facilmente accessibile da chiunque, ora l’attenzione si è spostata sull’utilizzo che Apple e Google fanno dei “geo-data” (informazioni localizzate) raccolte sui dispositivi mobili e poi conservati nei propri database. Sono davvero protetti e trattati in maniera anonima? E perché gli utenti non vengono adeguatamente informati sulle finalità di questa raccolta dati?

Le reazioni di Google e Apple - Se, da una parte, Google ha scelto la strada della trasparenza, spiegando da subito che la raccolta di dati è limitata e comunque necessaria per offrire servizi di localizzazione migliori (come, ad esempio, le mappe aggiornate del traffico), ancora non è arrivata nessuna risposta ufficiale da parte di Apple. L’unica presa di posizione sul tema risale a circa un anno fa, quando in una lunga lettera inviata a due Senatori statunitensi, la casa di Cupertino ammise di raccogliere “in maniera intermittente” le coordinate spaziali dei propri utenti. I geo-data - spiegava il colosso di Steve Jobs - vengono prima salvati sul dispositivo, poi resi anonimi attraverso un numero di identificazione e infine inviati ogni 12 ore ai server Apple dove vengono conservati in un database accessibile internamente. Per gli utenti più attenti alla privacy - garantiva Apple nella lettera - è sempre possibile disattivare le funzionalità di localizzazione e così essere sicuri di non essere più “spiati”.

Spy Phone

Continua a leggere "Utenti iPhone e Android spiati: Apple e Google nella bufera"

4060 hits


Privacy: campagna referendaria, serve consenso per sms e email

Lunedì, 25 aprile 2011 • Categoria: Privacy

Libertà di utilizzo dei dati raccolti direttamente da pubblici registri, elenchi o altri documenti conoscibili da chiunque senza contattare gli interessati o se il materiale propagandistico è di dimensioni ridotte, tali da non potere inserire un'informativa sulla privacy, al contrario di lette o e-mail. Serve invece il consenso dell'interessato, se si tratta di sms, e-mail, mms, telefonate preregistrate e fax. E' quanto viene riportato, in vista dei referendum del 12 e 13 giugno, in un comunicato della Commissione parlamentare per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi, inoltrato dal Commissariato del Governo di Trento ai sindaci dei Comuni, ai partiti e ai movimenti politici, contenente il provvedimento del Garante per la protezione dei dati personali.




Microtelecamere

Continua a leggere "Privacy: campagna referendaria, serve consenso per sms e email"

2783 hits
Tags: , ,


Utilizzo di microcamere o registratori per denunciare minacce

Sabato, 12 febbraio 2011 • Categoria: Privacy

Siccome la normativa in materia di privacy mi risulta complicata, vorrei chiedere se qualcuno può aiutarmi a riguardo.Nel caso in cui registrassi con una microcamera o un registratore un colloquio tra me ed una persona che mi rivolga delle minacce, potrei utilizzare tale registrazione come prova testimoniale per presentare una denuncia ai carabinieri ed utilizzarla in sede di giudizio penale e/o civile? In caso di risposta affermativa potreste indicarmi riferimenti normativi e giurisprudenziali?

Registratori Audio

Continua a leggere "Utilizzo di microcamere o registratori per denunciare minacce"

40304 hits


Privacy: Facebook di nuovo sotto accusa. Conserva la rubrica degli utenti iPhone

Venerdì, 21 gennaio 2011 • Categoria: Sorveglianza informatica

Un nuovo allarme sui pericoli per la privacy su Facebook è stato lanciato dalla società specializzata in sicurezza Fortinet, secondo cui il sito recupera e colleziona sui suoi server i numeri della rubrica telefonica degli utenti che utilizzano l'applicazione iPhone per sincronizzare i contatti. Una volta attivata, l'applicazione invece di scaricare tutti i contatti Facebook, cosa che andrebbe contro le politiche sulla privacy della società, effettua il percorso inverso, carica cioè i contatti dell'iPhone sui server del social network e poi effettua la sincronizzazione.Tutti i numeri presenti nella rubrica di chi usa l'applicazione finiscono quindi in mano alla società, che conta su un bacino di oltre 100 milioni di persone che regolarmente si collegano al profilo Facebook dal cellulare. Anche se non tutti sono utenti iPhone e anche se una minima parte di questi ultimi avesse usato l'applicazione, sarebbe comunque un bel bottino.

Microtelecamere

Continua a leggere "Privacy: Facebook di nuovo sotto accusa. Conserva la rubrica degli utenti iPhone"

1461 hits


Spiare Twitter negli USA infrange le leggi europee sulla privacy?

Venerdì, 14 gennaio 2011 • Categoria: Spionaggio

L'Alleanza dei Liberali e Democratici per l'Europa (ALDE) ha posto ieri un'interrogazione alla Commissione Europea, chiedendo che gli Stati Uniti diano chiarimenti in merito ad indagini che hanno acquisito dettagli sugli account degli utenti.

I membri dell'ALDE, che è il terzo gruppo per dimensioni nel Parlamento Europeo, vogliono sapere perché gli investigatori Usa hanno chiesto queste informazioni quando non erano ancora state nemmeno raccolte delle prove in merito al fatto che fosse stato commesso un crimine.

"La mancanza di un atto illegale accertato e di un'inchiesta giudiziaria negli Stati Uniti, gettano un'ombra sul processo di negazione della privacy dei cittadini in nome della sicurezza nazionale attraverso indagini segrete" ha detto un membro dell'ALDE, Renate Weber.

Microspie Audio

Continua a leggere "Spiare Twitter negli USA infrange le leggi europee sulla privacy?"

1571 hits


Panda Security, gli hacker approfittano delle feste per inviare malware su Twitter

Domenica, 5 dicembre 2010 • Categoria: Privacy

I laboratori di Panda Security segnalano la diffusione su Twitter di malware spediti attraverso messaggi di auguri festivi. Attraverso l'utilizzo di metodi simili alle tecniche di Black Hat SEO, gli hacker stanno sfruttando i temi più attuali per realizzare vere e proprie campagne di distribuzione di nuovo malware. Ci stiamo avvicinando al periodo natalizio e soggetti quali il Calendario dell'Avvento, Hanukkah e Grinch sono tra i più popolari utilizzati dai cyber criminali per attrarre gli utenti.

Migliaia di tweet sono stati postati con richiami a temi festivi, come Nobody cares about Hanukkah (nessuno si preoccupa di Hanukkah) o Shocking video of the Grinch (video shock su Grinch), accompagnati da brevi URL che conducono a siti Web pericolosi. i utenti che cliccano sul link verranno ricondotti su una pagina che tenterà di colpire il sistema con falsi codec, sfruttando una falla di sicurezza di un file PDF, cercando di convincerli a procedere con il download di un codec (in realtà è un Trojan downloader) che scaricherà ulteriore malware sul computer compromesso.

Continua a leggere "Panda Security, gli hacker approfittano delle feste per inviare malware su Twitter"

3045 hits


Navigare anonimi su Internet con Tor

Martedì, 16 novembre 2010 • Categoria: Privacy

Quando navigate su internet lasciate sempre delle tracce più o meno evidenti, nella maggior parte dei casi questo non importa ai navigatori perchè non reca loro nessun tipo di problema pratico, ma in alcuni casi potrebbe essere utile navigare in maniera anonima. Attraverso l’indirizzo ip viene identificata la vostra connessione ad internet e attraverso i cookie può essere tenuta traccia dei siti che visitate, permettendo a quest’ultimi di “riconoscervi” anche in un secondo momento. Vediamo come sia possibile navigare su internet nascondendo il proprio indirizzo ip e cancellando i Cookie.In realtà per quanto riguarda i Cookie tutti i Browser danno la possibilità di eliminarli, quello che risulta più difficile è nascondere il proprio indirizzo IP, ma per quello ci viene in aiuto TOR, un programma completamente gratuito appositamente creato per garantire una navigazione quanto più anonima possibile.

Continua a leggere "Navigare anonimi su Internet con Tor"

5877 hits


Navigare anonimi su internet con i proxy, vpn e indirizzi IP falsi

Lunedì, 15 novembre 2010 • Categoria: Privacy

Navigare restando anonimi significa che il nostro IP in uscita da internet è diverso da quello vero e diverso ad ogni connessione, inoltre può diventare possibile visitare siti che sono bloccati da proxy aziendali.
Ci sono diversi modi per restare anonimi e può servire per non lasciare tracce di visita sui siti, per sfruttare i i servizi online oscurati o bloccati, che sono utilizzabili in modo limitato per singolo IP, per usare servizi americani o cinesi riservati solo nei loro territori e, cosa più importante, per mantenere la privacy.

Prima di tutto, c'è da distinguere: in un altro articolo si parla di come navigare in privato su internet senza memorizzare cronologia e dati di navigazione sul computer.

Navigare su internet anonimi invece significa nascondere il proprio indirizzo ip per non farsi localizzare e non far sapere da dove ci si collega; i migliori metodi sono:

1) sul sito Ananoos.com si può richiedere l'invito a un servizio beta che per ora è gratuito.
Si scrive il proprio indirizzo mail dove è scritto Pas Invitation, poi si ottiene un codice di invito che va scritto su "Avez une invitation" e poi si mette il codice di offerta grtuito ricevuto sempre dalla mail di invito.
Il servizio è in beta e non si deve pagare.
Di seguito, ci si iscrive con nome e password e si scarica il programma OpenVPN che consente di creare una nuova connessione LAN con nuovi parametri, con IP e DNS straniero che permettono di naviga su internet anonimamente e velocemente su tutti i siti non attivi in Italia (funziona anche con Megavideo.com)

Continua a leggere "Navigare anonimi su internet con i proxy, vpn e indirizzi IP falsi"

6504 hits


Facebook: come proteggersi dalle applicazioni "spia"

Domenica, 31 ottobre 2010 • Categoria: Privacy

La Privacy e Facebook, una storia che non finirà mai. Pensavate che Mark Zuckerberg e soci avessero saldato il loro conto con i profili degli utenti, definitivamente? Vi sbagliavate! Da come scrive il Wall Street Journal il più famoso social network del mondo trasmette a società esterne i dati di tutti gli iscritti,attraverso delle applicazioni, le società che acquiistano i dati sono delle grandi multinazionali,esperte in marketing pubblicitario.Tutte le varie applicazioni di Facebook,compreso Farmville,trasmettono fuori dal sito i dati identificativi di milioni di utenti che hanno il loro profilo aperto, attraverso un numero univoco dal quale si può risalire all'identità dell'utente, con una ricerca in internet, possiamo leggere anche le informazioni confidenziali, quali età,sesso,residenza e professione. Ma c'è molto di più. Alcune di queste applicazioni hanno "spiato" anche tra le informazioni degli anici degli utenti, colpendo anche quegli utenti che avevano settato il loro profilo in modo "chiuso".

Continua a leggere "Facebook: come proteggersi dalle applicazioni "spia""

3327 hits


Contro le intercettazioni telefonate anonime e sicure

Venerdì, 1 ottobre 2010 • Categoria: Sistemi Crypto

Quest'ultima novità permette, a chiunque abbia a cuore la propria privacy, di poter effettuare chiamate sicure e cifrate utilizzando ZRTP. ZRTP è un software per la cifratura delle chiamate VoIP. E’ stato sviluppato da Philip Zimmermann, inventore di PGP, il software per la cifratura delle e-mail più diffuso al mondo.

Telefono Cellulare Criptato ZRTP
Il Telefono Cellulare Criptato ZRTP – T2CZ - consente di effettuare chiamate e videochiamate cifrate punto a punto utilizzando le reti dati ad alta velocità di ultima generazione EDGE/UMTS/HSDPA. Il T2CZ - Telefono Cellulare Criptato ZRTP - è sviluppato per cellulari di ultimissima generazione - Quad-Band GSM 900/1800/1900 e WCDMA 2100 (UMTS) con sistema operativo Symbian™ oppure Windows Mobile™. Quando funzionante in chiaro, il telefono cellulare criptato può essere utilizzato per effettuare normali chiamate fruendo di tutte le funzioni dei telefoni cellulari di ultimissima generazione. Per effettuare chiamate criptate è sufficiente premere un pulsante, così come per effettuare chiamate anonime.

Continua a leggere "Contro le intercettazioni telefonate anonime e sicure"

3013 hits


Obama intercetterà le e-mail

Martedì, 28 settembre 2010 • Categoria: Intercettazioni

Autore: dilatua.libero.it - Occhio ai messaggi e-mail compromettenti, Barack Obama sta per autorizzare le intercettazioni su internet. Il governo Usa vuole obbligare le società di comunicazione digitale a dotarsi di tecnologie necessarie per decodificare, ascoltare e leggere messaggi scambiati da privati cittadini. Per tutelare la sicurezza personale e nazionale, Obama mette in pericolo l'ultimo baluardo della privacy, internet. «Quello che vogliamo è semplicemente mantenere la capacità di lavorare al fine di tutelare la sicurezza personale e nazionale» ha detto il legale dell'Fbi Valerie Caproni al New York Times. Nel mirino, oltre alle e-mail, ci sono le telefonate via Skype o tramite altri sistemi voip e di instant messaging.

Continua a leggere "Obama intercetterà le e-mail"

1354 hits


Il divulgatore informatico più letto in italia…

Martedì, 21 settembre 2010 • Categoria: Internet Sicurezza

Salvatore Aranzulla, da bambino prodigio ad esperto e rinomato Blogger, nonchè fondatore ed autore della rubrica tecnologica del portale Virgilio.


Quando ha cominciato a smanettare con i tasti di un computer era un bambino, oggi ha 20 anni ed è un esperto di sicurezza informatica. Inoltre, ha già al suo attivo tre libri con migliaia di copie vendute. Studia alla Bocconi, ma non ha smarrito la semplicità e genuinità del ragazzo di provincia, con gli amici non perde il contatto e come potrebbe nell’era di Facebook e Messenger? Anzì, questa sua attività di blogger gli ha portato tantissimi “supporter” da ogni parte d’ italia che gli scrivono e gli chiedono di risolvere tutti i problemi e le difficoltà che, chi naviga in internet, affronta ogni giorno…
Intervista di Marco Federico - (comunicazione@servizisegreti.com)


Domanda: Salvatore, raccontaci un pò di come è iniziata questa passione per il computer, quale è stato l’input scatenante ?


Risposta:   Mi sono avvicinato all’informatica per caso. Accompagnavo i miei genitori fuori paese, intenzionati a comprare un climatizzatore, quando li ho convinti ad informarci circa l’acquisto di un computer. Entrati nel negozio, per informarci, sono riuscito a farmi acquistare il mio primo PC.

Continua a leggere "Il divulgatore informatico più letto in italia…"

1323 hits


Privacy, la Germania vara nuove regole Vietato spiare i dipendenti su Facebook

Martedì, 24 agosto 2010 • Categoria: Privacy

Inclinazioni sessuali, consumo di stupefacenti, abitudini e stili di vita poco ortodossi fuori dall’orario di lavoro? Per i datori di lavoro tedeschi queste informazioni non potranno più essere affare loro, o almeno non potranno usare legalmente queste informazioni per colpire con provvedimenti o per motivare licenziamenti dei loro dipendenti. Stesso discorso vale per chi si sta candidando a un posto di lavoro: la ricerca di informazioni che esulino dal contesto professionale verrà vietata per legge in Germania, grazie a una legge che mercoledì 25 agosto dovrebbe essere votata e approvata dal gabinetto tedesco. Un bel passo in avanti che non riguarda soltanto la sfera dell’identità online degli impiegati, ma si allarga anche al monitoraggio video dei loro movimenti attraverso l’uso di telecamere, così come allo spionaggio di comunicazioni via email e via telefono, anche se della ditta.

Continua a leggere "Privacy, la Germania vara nuove regole Vietato spiare i dipendenti su Facebook"

2867 hits


Registrare si può, ma solo in buona fede

Lunedì, 23 agosto 2010 • Categoria: Intercettazioni

La liceità delle intercettazioni è un argomento al centro del dibattito anche fuori dall'Italia. In particolare negli Stati Uniti, dove si parla in questo caso di quelle ambientali, e nello specifico di registrazioni compiute a mezzo smartphone, un iPhone.A far discutere è la legge sulle intercettazioni del Maryland, secondo cui il registrato deve esserne consapevole affinché sia lecita.L'ultimo caso portato davanti al tribunale, tuttavia, ha permesso ad un giudice di adottare il buon senso e limitare la portata di quanto previsto: doveva decidere riguardo a un'eredità contesa e valutare la registrazione delle ultime volontà di una madre morta senza lasciare testamento, raccolte dal figlio durante una conversazione familiare all'insaputa dei partecipanti.

Continua a leggere "Registrare si può, ma solo in buona fede"

1474 hits


Sesso e ricatti da amicizia su Facebook, arrestato attore

Sabato, 21 agosto 2010 • Categoria: Privacy

Dall'amicizia su Facebook al sesso il passo era spesso breve per un attore di Latina che dopo aver conquistato le amiche su internet le ricattava per non far conoscere il loro tradimento ai rispettivi mariti. Per questo motivo, Mario Agnoletti, 41 anni, di Sabaudia (Latina) è stato arrestato dai Carabinieri di Valdagno (Vicenza) coordinati dalla Procura di Latina. I militari dell'Arma hanno messo le manette all'uomo dopo che questi aveva incassato, attraverso il postepay, mille euro da una vicentina. Quest'ultima aveva conosciuto su Facebook, sei mesi fa, Agnoletti, con il quale ha intrapreso una relazione clandestina. La donna, sposata a un noto imprenditore, si era incontrata in vari alberghi di Roma con Agnoletti acconsentendo di farsi filmare durante il loro rapporto sessuale.

Continua a leggere "Sesso e ricatti da amicizia su Facebook, arrestato attore"

1170 hits