Servizi Segreti Intelligence

Agenti segreti,notizie sul mondo dell'informazione,dell'intelligence,dello spionaggio,della politica internazionale e sicurezza nazionale.

OSAMA DA 5 ANNI NEL BUNKER.TALEBANI: "NESSUNA PROVA CHE SIA MORTO DAVVERO"

Martedì, 3 maggio 2011 • Categoria: Attualità
Una ricerca durata quasi dieci anni, da quell'11 settembre devastante per gli Stati Uniti e per il mondo, cui seguirono due guerre in Afghanistan e in Iraq, due nazioni tuttora lontane dalla stabilizzazione. La frettolosa 'sepoltura' in mare di Osama Bin Laden, il capo di Al Qaida ucciso ieri in un blitz delle Navy Seals americane in Pakistan, ad Abbottabad, dove si nascondeva da cinque o sei anni probabilmente protetto dallo stesso Pakistan, sta facendo discutere.
I talebani afghani, il giorno dopo l'uccisione di Osama, hanno fatto sapere che, dal loro punto di vista, non ci sono prove sufficienti per convincerli che Bin Laden sia morto, per via della totale assenza di materiale fotografico o video del blitz o del cadavere. «Dato che gli americani non hanno prodotto nessuna prova accettabile per sostenere il loro annuncio, e dato che gli stretti collaboratori non hanno confermato o smentito la sua morte...l'Emirato Islamico considera prematura qualsiasi asserzione al riguardo», afferma il portavoce dei talebani afghani, Zabibullah Mijahid, in un comunicato inviato ai media per posta elettronica.Dal canto suo, la Casa Bianca, secondo quanto riferito dal Drudge Report, confermato anche da fonti ufficiali, avrebbe deciso di rilasciare presto foto e video della sepoltura del terrorista, forse addirittura oggi o comunque nelle prossime ore, probabilmente per fugare i sospetti.

Intanto i media di tutto il mondo hanno mostrato le immagini di Obama e Hillary Clinton mentre seguono sui monitor il 'raid' che ha portato all'uccisione di Osama Bin Laden. «We got him», lo abbiamo preso, sarebbero state, secondo il New York Times, le parole del presidente Obama. La 'telecronaca' del raid è stata garantita dal capo della Cia, Leon Panetta, che dal quartier generale dell'agenzia ha raccontato al presidente e i suoi consiglieri, riuniti nella Situation room della Casa Bianca, cosa stava accadendo ad Abbottabad. «Hanno raggiunto l'obiettivo», ha detto Panetta secondo il Nyt. Passano i minuti. «Vediamo Geronimo». Altri interminabili minuti: «Geronimo EKIA (enemy killed in action, nemico ucciso in azione)». Silenzio a Washington, poi parla Obama: «We got him».

NEL BUNKER DA 5-6 ANNI Osama bin Laden viveva da almeno cinque o sei anni nella abitazione in Pakistan dove è stato ucciso da un commando americano. «La informazione più recente che abbiamo è che ha vissuto nella abitazione per i passati cinque o sei anni evitando qualsiasi interazione con altre persone all'esterno dell'edificio», ha detto oggi il capo del contro-terrorismo Usa John Brennan in una intervista alla CBS. «Sappiamo che in questo arco di tempo Osama bin Laden ha rilasciato audio e video - ha aggiunto Brennan - era così sicuramente in contatto con altri alti "

Telecomando Spy

Continua a leggere "OSAMA DA 5 ANNI NEL BUNKER.TALEBANI: "NESSUNA PROVA CHE SIA MORTO DAVVERO""

1880 hits


La strana morte di Osama Bin Laden, photoshop e chi urla al miracolo...

Lunedì, 2 maggio 2011 • Categoria: Attualità
Osama 1 / Cadaveri  con il trucco e la strana sepoltura in mare

Dopo il blitz degli "uomini rana", i Navy Seal americani, che ha posto fine alla decennale caccia a Osama bin Laden, la sorte del cadavere del leader di al Qaida rischia di innescare roventi polemiche. Inoltre si e' aperto anche un giallo sulle immagini del corpo pubblicate dalle tv pachistane.

Il corpo sarebbe stato "seppellito in mare" hanno riferito funzionari statunitensi, dopo essere stato portato in Afghanistan. "Il corpo di Osama bin Laden deve essere sepolto nella terra e gettarlo in mare rappresenta un peccato", ha sottolineato Mahmoud Ashour, dell'accademia delle ricerche islamiche di Al Azhar, il più prestigioso centro di sapere sunnita.

Le reti televisive pachistane, che hanno diffuso oggi una foto presentandola come quella del cadavere di Osama Bin Laden, hanno ammesso che si trattava di un falso e l'hanno ritirata.

Immediatamente dopo la pubblicazione su vari siti web si era scatenato il dibattito e molti sostenevano che la foto fosse chiaramente un fotomontaggio. Diverse reti avevano presentato una foto del volto parzialmente sfigurato e insanguinato di un uomo con una folta barba nera affermando che si trattava del volto di bin Laden, pur precisando di non poter garantire l'autenticita'. ''Era in realta' una foto falsa, gia' circolata nel 2009'', ha detto Rana Jawad , il capo dell'ufficio di Islamabad di Geo Tv. Le tv americane non hanno mostrato la foto.

Mini Microfono

Continua a leggere "La strana morte di Osama Bin Laden, photoshop e chi urla al miracolo..."

4560 hits


Servizi Attivi: segnalato traffico di esplosivo T4 a Gioia Tauro

Venerdì, 1 ottobre 2010 • Categoria: Controspionaggio

Autore: Marco Federico - Il Porto di Gioia Tauro, potrebbe rivelarsi uno scalo strategico per il terrorismo internazionale, forse proprio perchè ” fuori rotta”, forse perchè, dal punto di vista logistico, è difficile spiegare il motivo di tale scelta da parte di gruppi terroristici... Il passaggio di certo non è casuale, ma segue sicuramente una logica ben studiata, con un fine ben preciso… A chi erano destinate le sette tonnellate dell’esplosivo T4, ben camuffato dentro il carico di latte in polvere? Agli Hezbollah libanesi o ai Palestinesi di Hamas? Risulta evidente che il terrorismo internazionale segue una “Road map strategica”: bisogna capire oltre ai mandanti, chi sono gli esecutori dei quali si serviranno per attuare i loro piani, ma, soprattutto quale sarà il loro prossimo bersaglio… L’indagine è difficile e complessa e, senza dubbio, non mancheranno i ” colpi di scena “…

Continua a leggere "Servizi Attivi: segnalato traffico di esplosivo T4 a Gioia Tauro"

4468 hits